PERCORSO

Veneto gravel track:    work in progress (not definitive)  –  III ed. 2019 

Ma cosa è il VenetoGravel?

E’ un evento  “ultramarathon” con filosofia Unsupported Bike Adventure, una avventura in bici attraverso la natura e le città Venete, divenendo di fatto il  “gravel piu’ lungo” europeo: 690 km nel nostro Veneto.

Start ore 8.00 da Villa Contarini a Piazzola sul Brenta, crocevia strategico di ciclabili e della ex ferrovia Ostiglia, nonché location di prestigio.

Via subito lungo la ciclabile del Brenta, passaggio a Bassano del Grappa in centro per poi entrare  ed in Valsugana. Si continua ancora sulla ciclabile del Brenta, Oliero, Valstagna, Cismon, Incino, il Lago del Corlo, Rocca, Arsiè. Siamo in Val  Belluna.

Fonzaso, e Feltre con bel passaggio nel centro storico.

Paesini come Mel, Trichiana e poi Belluno, chekpoint dall’amico Enrico nel negozio RobiBike, quindi Soverzene, la ciclabile delle Dolomiti, e il lago di Santa Croce in mezzo ad amanti del kite e del windsurf. Scendiamo ora lungo il lago Morto, Vittorio Veneto, su e giu’ per le collinette del Prosecco, arriviamo a Conegliano.

Poi Oderzo, quindi gli argini del Monticano, i vari paesetti tar cui spiccano, Motta e San Stino di LIvenza, poi ciclabili ed ancora argini lungo il Livenza finchè arriveremo al mare nella magica Caorle. Al secondo checkpoint troveremo La Fiesta con Diego ed i “ragazzacci” al timbro, che han promesso di lasciarvi un “bel ricordo”!  Costeggiando la pineta di Eraclea arriveremo a Cortellazzo, poi Jesolo ed il litorale dove si mangia il buon pesce.

Passaggio in laguna e risalita del Sile lungo la Restera sino alla dolce Treviso. Un po’ di Ostiglia, poi le sorgenti del Sile , Badoere, Noale e Mirano. Checkpoint numero tre dai Fratelli Scavezzon, l’atelier “altamoda” delle gravel. Se la bici ha problemi qui troverà abili mani che la riporteranno come nuova. Si prosegue alla volta di Padova lungo argini e sterrati con un passaggio in Prato della Valle in urbanbike cittadino.

Ora giriamo verso sud tocca ai Colli Euganei: Abano Terme, Turri, Arquà Petrarca tra vigneti, secolari oliveti e profumi intensi di fioriture primaverili.

A Rovigo un altro punto di controllo nella tana del Nure – Missgrape “alias” Michele che se lo fate parlare, tra esperienze, tecnica e materiali, non vi molla piu’. Il vicino locale ha promesso assist anche in notturna per rifocillarsi alla meglio.

Giro di boa e risalita dell’ Adige lungo argini “ventosi” fino a Legnago, dove ci sono posticini collaudati che “se magna ben” e poi, Cerea checkpoint Puntorosso Wilier novità della terza edizione.  Lungo campi coltivati a tabacco, frumento e grano arriviamo a Verona, si, direttamente all’Arena. 

lasciato l’Adige, frutteti e vigneti saranno ad accompagnarvi a Lonigo dove vi aspetta l’ultima asperità, l’attraversamento dei Colli Berici con passaggio a San Gottardo. Paesaggio aspro, ma delicato, con qualche “rampa2 sempre di troppo verso la fine di una avventura,  qualche sterrato e strade semiabbandonate ma non prive di Osterie e locali mangerecci, questi sono i Colli Berici.

Discesa finale sterrata a Costozza e Longare, quindi Riviera Berica ed Ostiglia, mancano pochi km.

Sfiorando Piazzola sul Brenta l’arrivo di questa avventura è posto a 5 km da dove siamo partiti in una bella struttura dove vi aspettiamo per l’ultimo timbro FINISHER.

Qui troverete fino a mercoledi 17 aprile alle ore 22.00, calde docce h24,  ed un bel menu’ preparato dai gestori della struttura, disponibile gratuito per i FINISHER, quasi a tutte le ore anche in orari notturni.

Che tu corra a “tutta” in lotta col tuo cronometro, o da turista esploratore… qualcuno sarà li ad aspettarti!

Location Arrivo … vi aspetteremo qui !

Per seguire le news e restare aggiornato, clicca “mipiace” sulla pagina FB del Veneto Gravel a fondo pagina.